Hot Pot a Torino

Al momento stai visualizzando Hot Pot a Torino

Hai mai assaggiato l’Hot Pot?Ti raccontiamo la nostra esperienza.

Da tempo ormai io e Max avevamo messo gli occhi su questo piccolo ristorante ma, presi dai ritmi incessanti della vita e degli impegni, non eravamo mai riusciti a prenderci del tempo per andarci. Un giorno dovevo fare le mie solite visite all’ospedale di Torino e così ho proposto a Max di raggiungere questo posticino.
 

Il locale

Il ristorante si presenta abbanstaza grande e semplice. Siamo stati accolti ed accompaganti al tavolo dove ci hanno spiegato come utilizzare la piastra dove cuocere il cibo e chiesto quale brodo volevamo gustare. Siamo andati sul classico visto che per noi era la prima volta. Ci hanno anche chiesto se volevamo una porzione di carne che era compresa con il menù, ovviamente abbiamo risposto di sì.
 

Come funziona?

Una volta scelto il brodo puoi alzarti e raggiungere i frighi dove sono riposti con cura tutti gli ingredienti per comporre il tuo personale piatto. Comodamente suddivisi in sezioni quali : verdure, carni, pesce, pasta e salse e c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Raccolti gli ingredienti di nostro gradimento, torniamo al tavolo cominciamo a mettere a cuocere all’interno del brodo.

Degustare questa specialità è semplice. Dopo aver individuato il brodo ci si accomoda a tavola, dove al centro viene adagiata una grande pentola, scaldata da piastre elettriche o da una fiamma viva. Si scelgono quindi poi i differenti ingredienti di carne (maiale, manzo, pollo o agnello) o di pesce (crostacei o molluschi) tagliati fini ed in monoporzioni. Ci sono poi molti vegetali da selezionare come cavolo, pack choi, funghi di ogni tipo e radici di loto, oltre a differenti tipi di noodles. In base alle tempistiche di cottura, si prendono i diversi ingredienti e si immergono all’interno del brodo bollente. Una volta pronti, si prelevano dalla pentola con le bacchette e si intingono in salsine piccanti o agrodolci oppure si possono comporre veri e propri piatti.

Come comporre il proprio piatto?

Io e Max abbiamo sperimentato a nostro rischio componendo dei piatti interessanti e piuttosto piccanti ma, qualora non foste così temerari, sopra i frighi troverete diversi consigli come i tempi di cottura e come comporre  salse e piatti

Attenzione al piccante

Semplice, divertente e poco costoso è un’esperienza culinaria aggregante, in quanto essa coinvolge familiari e amici permettendo di condividere un pasto caldo. L’hot pot ha conquistato i palati di tutti, anche di vegetariani e vegani, che possono sperimentare con tante combinazioni di gusto grazie a brodi vegetali, tofu e funghi.

Quando si ordina però è importante fare attenzione al livello di piccantezza del brodo e degli ingredienti. Infatti molte versioni di brodo sono spesso speziate con pepe oppure preparate lasciando in infusione i peperoncini, proprio come amano i palati cinesi e thailandesi. Ed anche le salse non sono da meno quindi in caso di dubbi chiedete al personale che si è dimostrato gentile e disponibile nei nostri confronti.Se gli ingredienti si presentano conditi con salse rosso acceso sono in genere molto piccanti.

Come ci siamo trovati e dove si trova

Nonostante non siamo amanti dei cibi piccanti la nostra esperienza è stata molto bella e ci ritorneremo sicuramente appena possibile magari leggendo con più attenzione le possibili combinazioni sui frighi.

Assolutamente da provare se vi piace la cucina asiatica. I camerieri sono molto disponibili e spiegano come funziona ai meno esperti, prezzi alla mano e materie prime di qualità!

Se il ristorante vi ha incuriosito potete raggiungerlo cliccando qui. Comodamente anche raggiungibile in treno scendendo alla stazione di Torino Porta Nuova e facendo due passi sotto i portici della città.

Provatelo e fateci sapere come è andata la vostra esperienza!

 

kyle

Scrittore ed artista. Amo incondizionatamente Max, i miei mici, le montagne e il buon cibo.

Lascia un commento